Le pietre del mese, la pietra di Gennaio: Il Granato

Il Granato è una gemma dalla lunga tradizione in gioielleria, usato in diverse culture nel mondo per impreziosire gioielli di pregio, già ai tempi degli Egizi e dei Romani. A causa del suo colore, i popoli antichi lo consideravano il sangue della terra, responsabile della fertilità del suolo e della rigogliosità della vegetazione. I Vichinghi erano soliti arricchire gli ornamenti funerari con pietre di Granato per illuminare la strada del defunto verso il Walhalla. Anche al tempo delle Crociate, i cavalieri usavano impreziosire le loro spade e scudi con questa pietra, portatrice di coraggio e protezione. 

Il suo nome deriva dal latino granatus che significa grano o seme, proprio per la forma rotonda che caratterizza le gemme già allo stato grezzo e per la somiglianza con i semi rossi del melograno.

La differente composizione chimica ne determina la formazione di una gamma disparata di colorazioni differenti, dal viola al cioccolato, fino al verde, giallo, rosa e rosso, per un totale di ben trentotto tipologie diverse di Granato. Le varietà più note si estraggono in India, Kenya, Madagascar, Mozambico, Nigeria, Sri Lanka e Tanzania.

Viene considerato la pietra della salute ed è conosciuto per il suo potere di rigenerazione dell’organismo e per la sua capacità di eliminare i blocchi energetici.

Dal punto di vista fisico, si ritiene che stimoli il metabolismo, rafforzi il sistema immunitario e aiuti ad assorbire le sostanze nutritive.

Dal punto di vista psichico, si ritiene che il granato aiuti a superare i momenti di passività e di incapacità a prendere decisioni, favorendo la fiducia in se stessi, la forza di volontà  e la gioia di vivere. Infonde coraggio, ottimismo e desiderio di affermarsi, permettendo di ritenere gli ostacoli come passi positivi e decisivi verso lo sviluppo della propria persona. Da ciò deriva anche la sua capacità di rafforzare la perseveranza necessaria a risolvere i problemi e liberarsi dai condizionamenti negativi.

Il granato rafforza la creatività e lo sviluppo di nuove idee insieme alla capacità di realizzarle, al di là dell’ambiente esterno. Potenzia l’energia e sviluppa l’efficienza e l’attenzione. Essendo una pietra collegata con il chakra della radice, è raccomandata per coloro che tendono ad avere la testa tra le nuvole o a essere poco radicati nella realtà materiale.

Infine, proprio perché considerata una pietra illuminante, è consigliata in tutti i casi in cui si vuole uscire da momenti particolarmente bui della propria vita.

Per la pietra di Febbraio, ci vediamo il mese prossimo…

Prodotti Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *